Con il Centro Culturale Aracoeli i Francescani di Roma e del Lazio danno seguito organico ad un progetto di animazione culturale polivalente che li vede attori di una presenza secolare.

 

 

     Da otto secoli, infatti, l'azione dei Francescani è ispirata al ministero di Francesco d'Assisi. A lui rivolgono l'attenzione non solo le culture di stampo cristiano, passate o presenti, ma anche quelle degli ambienti delle nazioni non cristiane che prendono coscienza delle scelte elementari e irreversibili, imposte dallo sviluppo in certe applicazioni scientifiche.

 

     Il riferimento universale al Poverello d'Assisi non è motivato dal trovare una via di evazione dagli urgenti problemi di questa vita; ma, al contrario, esso è stimolo alla scoperta, alla conferma e all'impegno per la trasfigurazione di questa stessa vita come è annunciata dalla fede della Chiesa.

 

     In tal senso il principio ispiratore del progetto culturale si avvale dell'annuncio della speranza evangelica ed intende favorire l'incontro e la mutua conoscenza, al di là degli steccati ideologici e religiosi, nel rispetto delle reciproche differenze, in un comune cammino di ricerca della verità.

 

     Le finalità che si vogliono perseguire sono il testimoniare il Vangelo agli uomini del nostro tempo promuovendo iniziative in vari campi. Si intende valorizzare il patrimonio storico-spirituale del francescanesimo in specie, e coordinare le attività culturali proprie del movimento francescano.

 

     Più in particolare il Centro Culturale Aracoeli, edita Frate Francesco, rivista di cultura francescana. Si tratta di uno strumento specifico per conoscere il fenomeno "francescanesimo" nelle sue varie articolazioni senza limiti di tempo e di argomento. La rivista, giunta al suo 75° anno di vita è un periodico semestrale che conta una diffusione internazionale e si avvale della collaborazione di studiosi di settore di fama mondiale. Una più stretta collaborazione amministrativa della rivista con la Scuola Superiore di Studi Medievali e Francescani della Pontificia Università Antonianum, con la Provincia S. Bernardino di Siena dei Frati Minori di Abruzzo e con la Provincia di S. Michele Arcangelo di Puglia e Molise dei Frati Minori, rendono la testata una sede privilegiata di incontro, in grado di proporre sempre importanti contributi attinti dal vasto patrimonio che lungo il corso dei secoli ha avuto il suo riferimento imprescindibile nel movimento nato da san Francesco. Documentazione fondata, ricerca critica, contributi chiarificatori, analisi tematiche, proposte di lettura; temi generali e motivi locali, dati anche in varie lingue, trattano rigorosamente della complessa tematica francescana quale componente della storia sociale, cultura e religiosa dell'Occidente.

 

   Inoltre il Centro pubblica: Biblioteca di Frate Francesco per i tipi delle Edizioni Biblioteca Francescana di Milano. È una collana monografica di approfondimento tematico che, varata di recente, conta già 10 volumi. Gli argomenti finora toccati spaziano dall'edizione critica di alcuni testi inediti all'analisi delle "fonti francescane"; dalla trattazione di temi essenziali della storia francescana alle sue connessioni con la storia socio-culturale dell'epoca; dall'esegesi delle fonti teologiche e filosofiche fino alle contemporanee dottrine socio-economiche; dall'interesse provocato da alcune figure francescane e l'incidenza della presenza francescana; da temi culturali e artistici sempre connessi con figure e istituzioni francescane.

 

    Nell'VIII Centenario dell'approvazione della Regola di vita (1209-2009) di Francesco d'Assisi, il Centro Culturale Aracoeli dei Frati Minori di Roma, in collaborazione con le Edizioni Porziuncola, ha dato corso alla nuova collana "Aracoeli". Interventi agili su temi e argomenti vari di facile consultazione.

 

    Numerosi sono i convegni organizzati col sostegno di enti pubblici e privati. Tra gli altri spicca l'annuale Convegno di Greccio dedicato, di volta in volta all'analisi storica con rilevanza territoriale di eventi religiosi del centro Italia. L'unicità dell'incredibile scenario offerto dal santuario di Greccio, sospeso sul fianco del monte e coronato dagli altri luoghi tutti abitati da san Francesco, rendono la visita nella valle di Rieti un momento davvero irrepetibile.

 

     A cura del Centro Culturale Aracoeli viene custodito e valorizzato un ricco patrimonio documentale di rilevante importanza, presente negli "archivi" e nelle "biblioteche" dei vari conventi di Roma e del Lazio. Il riordino dell'Archivio Provinciale (APA), con sede nel convento di Aracoeli e completato in parte, è aperto alla consultazione degli studiosi e interessa non solo i ricchi fondi documentali, ma anche tutte le altre "fonti" comunque utili per ricostruire la storia e la fisionomia dell'Ordine dei Frati Minori (manoscritti, relique, dipinti, statue, inciscioni, fotografie, cimeli, arredi liturgici e vari oggetti di vita conventuale di pregio). In modo continuativo alla Biblioteca e all'esposizione museale già presenti e attive nel convento di S. Francesco a Ripa in Roma, luogo segnato dalla presenza di Francesco d'Assisi, è in corso il progetto di allocare una biblioteca centrale ricca di oltre 60.000 volumi tutti antichi, con un gran numero di cinquecentine, secentine e rari.

 

    A fronte di una secolare esperienza di presenza in vari paesi del mondo il Centro cura il dialogo ecumenico. Certi che la ricerca della propria identità rende capaci di superare la paura dell'altro è da vario tempo attivo un incontro di preghiera ecumenico ospitato nei locali della basilica romana di Santa Maria in Aracoeli. 

 

    Secolare è anche lo "slancio missionario" teso a sostenere la presenza di missionari francescani e delle loro organizzazioni Onlus nelle zone più povere del mondo: Estremo Oriente, Africa e Sud America sono il teatro di una intensa azione evangelizzatrice. 

 

    Con scadenza periodica il Centro cura conferenze, concerti e mostre per valorizzare il passato e rinnovare l'attualità di un impegno che porti vantaggio alla crescita culturale e sociale degli uomini del presente.

 

La Sede del Centro Culturale Aracoeli è:

 

CENTRO CULTURALE ARACOELI

Frati Minori - Convento Aracoeli

Scala dell'Arce Capitolina, 12

00186 Roma (Italia)